Attivazione stato di pericolosità per incendi boschivi

Immagine 250 x 170E' scattata sabato 1 luglio in Emilia-Romagna la fase di attenzione per gli incendi boschivi. Lo ha stabilito l'Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, che ha disposto l'attivazione della fase di attenzione su tutto il territorio regionale, d’intesa con il comando regionale del Corpo forestale dello Stato e la direzione regionale dei Vigili del Fuoco, sulla base delle previsioni meteo dell’Arpa e dello stato della vegetazione. 
Nel periodo dal 1 luglio al 30 settembre, squadre del Corpo forestale dello Stato, dei Vigili del Fuoco e del volontariato di Protezione civile saranno impegnate in attività di avvistamento, prevenzione e spegnimento incendi. In particolare, all’interno delle aree forestali è vietato accendere fuochi o utilizzare strumenti che producono fiamme, scintille o braci; è proibita la pulizia dei pascoli e dei terreni con abbruciamento delle stoppie e sono vietati anche gli abbruciamenti controllati di materiale vegetale.

COSA FARE

Ogni estate aumenta il rischio di incendi: ormai è noto che basta un mozzicone di sigaretta per far scoppiare un incendio, ma basta seguire pochi accorgimenti per evitare il rischio di mandare a fuoro un intero bosco.

La Regione Emilia Romagna ha predisposto alcune semplici indicazioni da seguire per prevenire gli incendi e per segnalare un incendio nei boschi se ne vedessimo uno. Il recapito da tenere a mente è certamente 1515, il numero nazionale di pronto intervento del Corpo Forestale dello Stato.

Ad esempio: 
serviamoci del portacenere quando fumiamo in macchina e, se passeggiamo in un bosco, assicuriamoci di spegnere bene sigarettee fiammiferi;
nelle gite in montagna e nelle scampagnate, parcheggiamo lontano dall'erba secca che potrebbe infiammarsi a contatto con il calore della marmitta;
usiamo le aree attrezzate per le grigliate e gli appositi contenitori per i rifiuti.

Attenzione: chi provoca un incendio rischia sanzioni molto elevate, anche penali!

In allegato il volantino con tutti i suggerimenti per fare ciascuno la propria parte e per non farsi prendere dal panico in caso di incendio, ma anzi per aiutare il lavoro dei soccorritori.