Cosa fare in caso di terremoto

Il territorio comunale si trova in un’area a basso rischio sismico, ma il recente sisma che ha interessato l'Emilia dimostra che anche qui possono verificarsi terremoti con conseguenze gravi. Il terremoto è un fenomeno naturale, breve, non prevedibile. Ovunque siate in quel momento, mantenete la calma e seguite alcune semplici norme

 

prima

 

>> Informati sulla classificazione sismica del tuo comune: norme per gli edifici, misure per le emergenze;

>> Informati su come è stata costruita la tua casa e se occorrano interventi per renderla più resistente;

>> Controlla dove sono e su come si chiudono i rubinetti di gas, acqua e gli interruttori della luce;

>> Non tenere oggetti pesanti su scaffali alti. Fissa al muro gli arredi pesanti e allontanali da letti e divani;

>> Tieni in casa kit di pronto soccorso, torcia elettrica, radio a pile, estintore; tutti devono sapere dove sono

>> A scuola o al lavoro informati se è stato predisposto un piano di emergenza e qual è il tuo compito.

 

durante

>> Se sei all’aperto, allontanati da costruzioni, linee elettriche., impianti industriali

>> Se sei al chiuso riparati nel vano di una porta in un muro portante, sotto una trave o un tavolo

>> Stai lontano da mobili, oggetti pesanti e vetri; non precipitarti verso le scale e non usare l’ascensore.

>> Se sei in auto, non sostare vicino a ponti, terreni franosi, bordi dei laghi, spiagge (rischio di tsunami)

>> Evita di andare in giro a curiosare e raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza

>> Lascia le linee telefoniche e le strade libere per non intralciare i soccorsi

 

dopo

>> Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te, ma non cercare di muovere feriti gravi

>> Esci con prudenza indossando le scarpe. In strada potresti ferirti con vetri rotti e calcinacci

>> Raggiungi uno spazio aperto, lontano da edifici e da strutture pericolanti

 

vedi anche Sei pronto? Quel che c'è da sapere in caso di emergenza