Verità per Giulio Regeni - a un anno dalla scomparsa

regeniultimeA un anno dalla scomparsa di Giulio Regeni, è necessario ribadire l'impegno comune per giungere ad una verità completa e indipendente sull'omicidio del giovane ricercatore italiano. 

 

Giulio, dottorando dell’università di Cambridge, si trovava in Egitto per svolgere una ricerca sui sindacati indipendenti egiziani presso l’Università americana del Cairo; è scomparso Il 25 gennaio 2016, in un clima di forte tensione per il quinto anniversario dell’inizio delle proteste che portarono alle dimissioni del presidente Mubarak. Il suo corpo, martoriato dalle torture, è stato ritrovato il 3 febbraio.
Dopo la sua morte, Amnesty International ha lanciato una campagna alla quale hanno aderito migliaia di persone, enti, scuole, media. “Verità per Giulio Regeni” è diventata la richiesta di tanti enti locali, dei principali comuni italiani, delle università e di altri luoghi di cultura del nostro paese che hanno esposto lo striscione, o comunque un simbolo che chieda a tutti l’impegno per avere la verità sulla morte di Giulio. 
Il Comune di Valsamoggia ha aderito con un ordine del Giorno approvato dal Consiglio Comunale (leggilo qui) e i manifesti della campagna sono esposti negli edifici dei cinque Municipi.
 
vedi anche: www.amnesty.it