La PM Risponde

mailE' obbligatoria la Carta di Qualificazione del Conducente?


(Domanda del Sig. Franco F. residente a Crespellano)

Oltre alla patente di guida è obbligatorio possedere la Carta di Qualificazione del Conducente per coloro che effettuano professionalmente l'autotrasporto di persone e di cose su veicoli per la cui guida sono richieste le patenti delle categorie C, CE, D e DE.

L'obbligo di condurre veicoli con la C.Q.C. decorre dal:

- 10 settembre 2008 per il trasporto persone;

- 10 settembre 2009 per il trasporto cose.

I corsi obbligatori per ottenere la Carta di Qualificazione del Conducente saranno organizzati da strutture abilitate, autoscuole e consorzi, che dimostreranno di possedere i requisiti tecnici previsti dalle norme stabilite dal Ministero dei Trasporti. Avranno una durata di 280 ore ed una prova finale di esame da effettuare presso la Motorizzazione civile a termine del corso. In caso di esito negativo sarà possibile sostenere di nuovo l'esame, entro un anno dalla fine del corso. Trascorso tale periodo si dovrà effettuare di nuovo il corso.

La guida senza la Carta di Qualificazione prevede una sanzione amministrativa di 155€  e il fermo del veicolo per 60 giorni ai sensi dell'art. 116 c.15 e 17 del C.d.S

 

mailCon la patente ritirata, posso guidare un ciclomotore?


(Domanda della Sig.ra Anna  P.  residente a  Bazzano)

L' art. 116 del codice della strada permette di usare il ciclomotore 50cc. solo se la sospensione di patente consegue alla violazione dell’art. 142 – comma 9 – del C.d.s.

In altri termini, solo se hai superato il limite di velocità di oltre 40 km/h ma di non oltre 60 km/h, hai la possibilità di guidare  un mezzo di cilindrata 50cc.

Nel caso venga utilizzato il ciclomotore  durante il periodo di sospensione della patente, per infrazioni diverse dall’art. 142 comma 9 del C.d.s., è prevista la sanzione ai sensi dell'Art. 116 c 13 bis del C.d.S da 542,00 € a 2.168,00€.

 

 

mailUn opertore di Polizia Municipale può ultilizzare il telefono cellulare alla guida dell'auto di servizio?


(Domanda del Sig. Carlo P.residente a  Bazzano)
L'art. 173, comma 2 del Codice della Strada stabilisce che "è vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici, ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle forze armate e dei Corpi di cui all'art. 138, comma 11 (Polizia di Stato, Guardia di finanza, Corpo di polizia penitenziaria, Corpo nazionale dei vigili del fuoco e delle provincie autonome di Trento e Bolzano, Croce Rossa Italiana, Corpo Forestale dello Stato e delle province autonome di Trento e Bolzano e regioni a statuto speciale, Protezione civile nazionale, della regione Valle d'Aosta e delle  province autonome di Trento e Bolzano) e di polizia, nonchè per i conducenti dei veicoli adibiti ai servizi delle strade, delle autostrade ed al trasporto di persone in conto terzi (es.
tassiti).
La Polizia Municipale è un corpo di polizia ed in quanto tale i conducenti dei veicoli di servizio sono esentati per legge dal divieto di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici.




mailCon un veicolo immatricolato autocarro posso traportare persone estranee alla mia attività?
(Domanda del Sig. Marco L. Residente a Monteveglio)




Il provvedimento dell'Agenzia dell'Entrate del 6 Dicembre 2006 individua le categorie di veicoli, che, a prescindere della categoria di omologazione possono trasportare privatamente persone estranee all'attività se:

  1. Sono immatricolati nella categoria N1 (si legge nel codice J della Carta di Circolazione) cioè adibiti al trasporto di cose ed hanno una massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t;
  2. Hanno un codice carrozzeria F0 (leggibilie a fianco del codice J.2 della Carta di Circolazione), cioè furgone;
  3. hanno 4 o più posti (leggibile a fianco del codice S.1
  4. hanno un rapporto tra la potenza del motore, espressa in Kw e la portata del veicolo espressa in tonnellate uguale o superiore a 180

Se si rispettano i predetti requisiti si può circolare in deroga alle disposizioni dell'Art. 54 e 82 del C.d.S.
La violazione per chi utilizza un veicolo per uso diverso da quello indicato sulla carta di circolazione prevede la sanzione amministrativa di 78€ e la sospensione della carta di circolazione da 1 a 6 mesi (da 6 a 12 mesi in caso di recidiva).



mailNormativa per la circolazione dei rimorchi agricoli con massa complessiva non superiore a 1,5 t.


Salve, mi chiamo P. e risiedo nel comune di Castello di Serravalle.

Con la presente sono a domandarvi qualche delucidazione in più riguardo la normativa per la circolazione dei rimorchi agricoli con massa complessiva non superiore a 1,5 t.
Io possiedo un piccolo rimorchio agricolo con massa complessiva sotto i 15 q che già circolava prima del '97, e siccome sarei intenzionato a risistemarlo anche per quello che riguarda i dispositivi di segnalazione visiva, volevo sapere se le informazioni che ho reperito on-line sono veritiere (le ho allegate) e se facendo questa sorta di Dichiarazione sostitutiva posso poi utilizzare questo rimorchio su strada.

Nel caso queste informazioni siano giuste, che iter devo seguire?

RISPOSTA

Per effetto della circolare n°844/4801 del 17.06.97 emessa dalla MCTC;se il suo veicolo è stato immatricolato prima del 06.05.1997 può circolare con una dichiarazione datata e firmata dal proprietario.
La predetta dichiarazione dovrà contenere:

  1. fabbrica
  2. tipo e numero id telaio
  3. dati relativi all'immissione della circolazione (precedente al 6.5.97)