“La Casa tra le Nuvole” nasce a Valsamoggia per non lasciare nessuno da solo

016 2015180918 settembre 2015

Sarà inaugurata sabato mattina a Crespellano di Valsamoggia la “Casa tra le nuvole”, progetto di sviluppo di autonomia abitativa e di vita indipendente di persone disabili voluto dall’Associazione Volhand. La casa è pensata come una specie di “palestra” che sta tra la vita in famiglia e la vita indipendente, un processo di transizione graduale in cui avere a portata di mano tutto ciò di cui possono avere bisogno, a partire da educatori presenti nelle ore in cui la casa viene vissuta.

Sarà inaugurata sabato mattina a Crespellano di Valsamoggia la “Casa tra le nuvole”, progetto di sviluppo di autonomia abitativa e di vita indipendente di persone disabili voluto dall’Associazione Volhand, attiva sul territorio dal 1983. “A questo progetto lavoriamo da oltre dieci anni e finalmente ora è realtà – spiega Gioia Ceccarini, Presidente dell’Associazione Volhand –. La nostra associazione è formata da famiglie e amici di persone con disabilità psichica e l’obiettivo che ci siamo posti quando abbiamo pensato a questa casa era dare ai nostri cari un luogo in cui provare a vivere da soli senza la famiglia. Nel tempo li abbiamo accompagnati con progetti legati alla loro età: da bambini, nel loro percorso scolastico. Ora che sono giovani adulti, con l’inserimento nel mondo del lavoro e nella gestione della loro autonomia”. Per questo, la casa è pensata come una specie di “palestra” che sta tra la vita in famiglia e la vita indipendente, un processo di transizione graduale in cui avere a portata di mano tutto ciò di cui possono avere bisogno, a partire da educatori presenti nelle ore in cui la casa viene vissuta.

“Ritengo che la realtà che andiamo ad inaugurare sia un esempio virtuoso di quello che pubblico e privato possono fare insieme se ci sono la volontà di realizzare le cose e la possibilità di farlo – dichiara il Sindaco di Valsamoggia, Daniele Ruscigno –. Il nostro è un territorio che ha tra le sue priorità quella di non lasciare nessuno da solo e “La Casa tra le Nuvole” è tra gli esempi migliori che abbiamo a Valsamoggia e nel Distretto”.

La casa è in località Crespellano, in Via Pietro Nenni n.13, su un’area concessa dall’amministrazione comunale in comodato d’uso gratuito per 30 anni, e ha beneficiato di un finanziamento regionale di oltre 400mila euro (pari quasi 50% dei costi complessivi della struttura). Al piano terra trova spazio un appartamento per 6 persone. Ai piani superiori ci sono invece una sala polivalente per le attività (intitolata al Sindaco Alfredo Parini che è stato il primo rappresentante delle istituzioni ad appoggiare il progetto ai tempi in cui era amministratore di Crespellano) e mini appartamenti, uno dei quali adibito a vera e propria “scuola delle autonomie” e per questo dotato di angolo cottura in cui gli ospiti impareranno gradualmente a vivere da soli.

Nel complesso potranno essere ospitate nella “Casa tra le nuvole” 15 persone alla volta (con un’età minima che parte dai 18 anni) i cui ingressi avverranno in base a una valutazione dei servizi competenti. La casa, che non avrà alcun tipo di recinzione o confine definito, è vicina a tutti i servizi principali (trasporti e negozi) e si affaccia sul parco De André della municipalità di Crespellano.

Per l’inaugurazione l’associazione ha pensato a una due giorni molto intensa che va oltre al taglio del nastro di sabato mattina. “Per noi il contributo delle persone è fondamentale – spiega Ceccarini –. La Regione ha contribuito in modo significativo ma l’investimento complessivo per la “casa tra le nuvole” sfiora il milione di euro e senza l’ulteriore contributo dell’amministrazione e delle persone, non saremo mai riusciti a tagliare il traguardo. Per questo tra sabato e domenica abbiamo organizzato tante iniziative che ci aiuteranno a raccogliere fondi: stand gastronomici, musica, giochi, intrattenimenti per adulti e bambini compresa un’asta di solidarietà con la partecipazione straordinaria di Andrea Mingardi”.

Al taglio del nastro saranno presenti:

  • Daniele Ruscigno, Sindaco di Valsamoggia

  • Gioia Ceccarini, Presidente Associazione Volhand

  • Raffaele Donini, Assessore Regione Emilia-Romagna

  • Angela Alimonti, Presidente della Municipalità di Crespellano

  • Amministratori dell’Unione dei Comuni Valle del Reno, Lavino e Samoggia

  • Dott.ssa Fabia Franchi, Direttore del Distretto sanitario di Casalecchio di Reno - Azienda USL

  • Chiara Castelvetri, Presidente ASC Insieme

  • Gianni Gamberini, coordinatore del fundrasing

  • Intertaba Spa – gruppo Philip Morris, Euroricambi, Ikea e altri sostenitori

  • Genitori

  • Giovani-adulti disabili

  • Volontari associazione Volhand