Oratorio della B.V. Assunta - Crespellano

oratoriobvassuntacrespellanoSono molto scarse le notizie a riguardo. L'oratorio è citato nell'inventario compilato in occasione della visita pastorale del 1857 come proprietà Masetti.
Infatti, nella lapide che si trova all'interno è ricordato che nel 1822 venne edificato dai Masettie destinato a sepoltura della famiglia.
Vi si poteva celebrare la messa una volta all'anno.
Alla fine dell'Ottocento, dai Masetti passò per successione alla famiglia Bortolotti e da questa ai Bettocchi (Bortolotti Giuseppina fu Alfonso maritata Bettocchi) che tuttora ne sono proprietari e che nel 1952 ne hanno promosso i restauri.

La facciata era originariamente rivolta a levante; in seguito all'allargamento di via Verdi venne spostata a ponente e aggiunto il portico.
Sul lato che costeggia la strada è ancora visibile l'originario ingresso, oggi tamponato.

Testi tratti da:  “Tra otium e negotium, le Ville di Crespellano”, “Chiese ed oratori di Crespellano”. Ricerche e stesura testi di Silvia Rubini, foto di Valter Baldini e Tiziana Bertacci.)