Luigi Calanca

Il Cavalier Luigi Calanca venne eletto in Consiglio Comunale nel 1951, ricoprendo da allora fino al 1975 la carica di Assessore alla Pubblica Istruzione e divenendo protagonista e punto di riferimento sui temi della scuola anche per gli altri comuni della zona. Seguì infatti con passione e competenza tutti i processi di modifica e riforma del sistema scolastico italiano, per portare ai livelli più alti il valore della Pubblica Istruzione. Nel 1975 Calanca divenne sindaco, carica che ricoprì fino al 1987. Si era iscritto al PCI nel 1954 e fu segretario di sezione per quindici anni; per quarant'anni ha svolto il suo lavoro di ferroviere e capostazione a Ponte Samoggia. Furono anni di grandi realizzazioni per il comune di Crespellano, prima fra tutte le scuole elementari di Crespellano in viale Togliatti, l'Asilo Nido e la Scuola Materna, la scuola Media di Pragatto, la Scuola Media ed Elementare di Calcara; poi la ristrutturazione del municipio, del centro sociale di Calcara, i giardini pubblici di Pragatto, la casa protetta per anziani. Sua, fra l'altro, la grande intuizione di far conoscere le bellissime ville presenti sul territorio di Crespellano, con l'istituzione della famosa "visita alle ville". Nel 1974 curò in prima persona una ricerca storica sul paesaggio crespellanese, basata su studi presso l'archivio comunale e presso pinacoteche e musei della provincia; trattava in particolare la figura di Faustino Malaguti. La sua grande popolarità, tuttavia, era dovuta soprattutto alla sua disponibilità nel rapporto con la gente e al rispetto che si era conquistato anche da parte degli avversari politici, definendo se stesso - come amava dire - "il Sindaco di tutti". Vale la pena di ricordare che l'idea dell'acquisizione di Palazzo Garagnani, il più antico di Crespellano, per destinarlo a luogo di cultura - il centro culturale che oggi vi ha sede è intitolato appunto a Calanca - fu sua. La sua grande passione per l'accrescimento culturale - basti ricordare la sua splendida biblioteca personale - ne ha fatto per anni un punto di riferimento anche per molti giovani.