I fratelli Cervellati

Irnerio Cervellati nacque nel 1917 e il fratello Idro nel 1922. La famiglia possedeva un piccolo podere; lì i partigiani avevano costruito una piccola capanna e talvolta sostavano e trascorrevano la notte, aiutati dai genitori Carlo e Clementina.
I Cervellati aiutarono spesso anche giovani fuggiti dall'esercito dopo l'armistizio del '43: a chi si nascondeva per evitare la prigionia offrivano viveri e indumenti.
Il 12 dicembre 1944 repubblichini e S.S. circondarono la casa e arrestarono il padre Carlo e i due giovani. La madre Clementina e la sorella Stella seppero poi dall'avvocato costa, ex deportato a Gusen, che i loro familiari erano stati portati prima a Bologna, poi a Mantova e, infine, mandato al campo di concentramento di Gusen-Mauthausen, dove erano morti tutti e tre nell'aprile del 1945.