Giovanni da Bazzano

Giovanni da Bazzano fu frate minore osservante e visse nel secolo XIV. Scrisse una Cronaca di Modena dal 1002 al 1353, pubblicata dal Muratori nella sua opera Rerum ltalicarum Scriptores. Una parte degli avvenimenti narrati nella Cronaca si riferisce alla Valle del Samoggia e sue adiacenze. Gli è stata dedicata la via che parte da piazza Garibaldi e termina davanti a Villa Diana. Al seguito del padre Guido “barberius”, fu tra coloro che decisero di abbandonare Bazzano quando quest’ultima passò sotto il controllo bolognese con il laudo papale del 1299. Prosegui a Modena gli studi umanistici intrapresi nel paese natìo, grazie alle buone condizioni economiche del padre. Successivamente esercitò l'attività notarile, ma riuscì ad accumulare grosse quantità di denaro diventando banchiere e concedendo prestiti.

 

(fonte: “Le valli del Samoggia e del Lavino nella Storia. Itinerari luoghi personaggi” Edito dalla Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia 2007)