Chiesa Madonna del Rivellino - Bazzano

Lungo la Ripa del Rivellino si trova una Via Crucis lignea del XIX secolo, forma ta da 14 croci disposte sul prato a fianco del tratto pedonale con in mezzo la cappella della Madonna del Rivellino, al cui interno attualmente è collocata un’immagine di scarso valore della Madonna con il Bambino. La struttura è caratterizzata da una facciata con due lesene culminanti in un capitello modanato a cornici lisce e sormontata da una trabeazione a bassorilievo, su cui poggia il timpano. All’apice è posta una croce in ferro e l’accesso è chiuso da un cancello con due inginocchiatoi ai lati, il tutto intonacato di rosso bolognese. In origine la cappella ospitava un ritratto della Beata Vergine di San Luca che fu sostituita nel 1839 con una Madonna del Vanni. Quest’ultima fu trasferita nella chiesa parrocchiale nel 1915 per volontà di monsignor Raffaele Della Casa. La tela fu successivamente ricollocata nel tempietto, seppur nascosta all’interno di una cornice e sigillata insieme ad una sua copia. Fu poi chiusa ermeticamente con una lastra di zinco, poiché l’usura del tempo non ne aveva consentito il restauro. Nel 1976 padre Leone dei Passionisti di Bologna curò il restauro, ma dopo breve tempo l’opera fu trafugata dalla cappella.

 

(fonte: “Le valli del Samoggia e del Lavino nella Storia. Itinerari luoghi personaggi” Edito dalla Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia 2007)