Ca' dei Romani - Castelletto

Ca’ dei Romani a Castelletto è un vasto ed interessante caseggiato risalente a più epoche, un tempo denominato “La Torre” (oggi non più visibile, forse mozzata), una delle due sedi castellettesi della facoltosa famiglia Romani. Al margine del cortile sopravvivono i resti di quel piccolo gioiello architettonico settecentesco che fu l’oratorio di San Pellegrino Re di Scozia. Non è dato accertare se la particolare devozione esistente in questa zona per San Pellegrino fosse in relazione ad un passaggio del Santo, avviato a raggiungere un romitorio dell’alto Appennino tosco-emiliano. Il tempietto è caratterizzato da una pianta ottagonale, sulla quale si imposta un piccolo presbiterio rettangolare. Prima dell’attuale degrado le cornici e gli ovali in stucco racchiudevano tempere e quadri raffiguranti scene della vita di San Pellegrino. Fu costruito tra il 1730 ed il 1750 da don Niccolò Romani, appartenente alla stessa famiglia che possedeva la casa. Nell’Ottocento tutta la proprietà passò alla famiglia Del Bello.

 

(fonte: “Le valli del Samoggia e del Lavino nella Storia. Itinerari luoghi personaggi” Edito dalla Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia 2007)