Zama Passuti

Zama Passuti (1792-1866) fu una singolare figura di bazzanese, vissuto nella importante fase di trapasso dallo Stato Pontificio al nuovo Stato Italiano. Alternò l'attività di maestro elementare con quella di impresario teatrale, organizzando recite nel teatro di Bazzano, ubicato nella Sala dei Giganti, presso la rocca. Trascorse i suoi ultimi anni nell'indigenza. Ci ha lasciato un manoscritto intitolato “Le mie straordinarie memorie - 1796-1866", che contiene la cronaca di grandi e piccoli eventi bazzanesi, descritti con immediatezza popolare ed un certo senso dell'umorismo.

 

(fonte: “Le valli del Samoggia e del Lavino nella Storia. Itinerari luoghi personaggi” Edito dalla Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia 2007)