Villa Il Gandolfo

La villa Il Gandolfo è un antico possedimento della famiglia Odofredi Gandolfi. Gli Odofredi appartenevano alla nobiltà bolognese; i Gandolfi, invece, provenivano da Savignano e giunsero a Bologna nel 1484 per volontà di Stefano, il quale si era dedicato prima al mestiere di sarto e successivamente di strazzarolo. L’unione tra le due famiglie risale al XVII secolo, quando Annibale Gandolfi si unì in matrimonio a Livia Odofredi. Gli sposi presero come residenza cittadina l’abitazione in via Malcontenti e come dimora rurale la villa detta “Il Gandolfo”. L’edificio presenta un aspetto semplice, tipico delle ville di campagna e la sua costruzione risale probabilmente alla fine del XVII secolo. La facciata si rivolge verso la via Provinciale est (in località Sirena), che un tempo era conosciuta come Strada Maestra di Sant’Isaia. L’orologio solare sulla facciata risale al secolo XIX e reca diversi motti in latino: “Horas non numero nisi serenas”, “Cum sole signo” e “Sine sole sileo”. L’oratorio, dedicato alla Madonna della Neve, fu costruito all’inizio del Settecento.

 

(fonte: “Le valli del Samoggia e del Lavino nella Storia. Itinerari luoghi personaggi” Edito dalla Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia 2007)