Aut/Aut, festival contro le mafie -2017

Dall'11 al 28 maggio prende il via la sesta edizione di AUT/AUT: cultura contro le mafie
Reading, incontri, spettacoli, momenti di incontro, riflessione e aggregazione per coltivare, attraverso la cultura, la diffusione dell legalità e la lotta alle mafie

Qual è la faccia di un mafioso? Possiamo incontrarlo sotto casa? La mafia può camminare sulle gambe dei soggetti più fragili della nostra società, sfruttandoli? Aut/aut, da sei anni, raggruppa attività e manifestazioni, reading, presentazioni di libri, spettacoli, per affrontare questi temi, analizzarli, e offrire risposte, ulteriori interrogativi, atteggiamento critico.

Nella convinzione che la cultura abbia un ruolo nella lotta alla mafia, e che la diffusione della legalità sia alla base di comportamenti responsabili.

Quest’anno le manifestazioni non si concentrano nel solo mese di maggio, ma si diffondono lungo il corso dell’intero 2017: si parlerà di Mafia sotto casa, del legame indissolubile che la rassegna ha con la figura di Peppino Impastato, di Black Monkey  e del processo Aemilia, ma soprattutto verranno affrontati i delicati temi del rapporto tra migranti e mafia, ovvero di come le mafie utilizzano e sfruttano i migranti come “merce” su cui speculare (Valsamoggia e Unione Terre dei Castelli), e del rapporto tra gioco, gioco d’azzardo e mafia (Castelfranco Emilia).

2 Comuni, 1 Unione di Comuni, 10 associazioni, cooperative sociali, Organizzazioni non Governative, insieme alla Fondazione Rocca dei Bentivoglio propongono attività ed incontri che, dopo maggio, proseguiranno con cadenza mensile fino a dicembre.

Il programma degli eventi di maggio è sul sito dedicato, www.autautfestival.it